L’oro da gioielleria, cioè quello legato a uno o più metalli per aumentarne la rigidità, presenta una colorazione bianca o rossa, a seconda del tipo di lega (con argento o rame).

  • L’oro verde è composto al 75% d’oro, al 12,5% d’argento e al 12,5% di rame.
  • L’oro giallo è composto al 75% d’oro, al 12-7% d’argento e al 13-18% da rame.
  • L’oro rosa è normalmente composto dal 75% d’oro, al 6,5-5% d’argento e al 18,5-20% da rame.
  • L’oro rosso è composto al 75% d’oro, al 4,5% d’argento e al 20,5% di rame.[20]
  • L’oro blu è una lega di oro e di ferro. Un trattamento termico ossida gli atomi di ferro sulla superficie dell’oro, e gli dona la colorazione azzurra.
  • L’oro bianco da gioielleria è composto al 75% da oro, e al 25% da nichel, argento o palladio. Bisogna notare che il termine “oro bianco” è spesso utilizzato per designare l’oro grigio in bigiotteria. L’oro bianco è ricoperto da un fine strato di rodio, che sparisce per usura, con il tempo, ridando un colore giallo all’oro. È una lega inventata dopo la prima guerra mondiale.

Per la doratura tramite fogli sottili di oro, la lega deve essere il più possibile duttile e malleabile.

  • L’oro giallo da doratura è composto dal 98,0% d’oro, dall’1,0% d’argento e dall’1,0% da rame. Può anche essere puro.
  • L’oro rosso da doratura è composto dal 94,5% d’oro e dal 5,5% di rame.
  • L’oro ½ giallo da doratura è composto dal 91,5% d’oro, dal 6,0% d’argento e dal 2,5% di rame.
  • L’oro limone da doratura è composto dal 94,5% d’oro e dal 5,5% d’argento.
  • L’oro grigio da doratura è composto dal 75,5% d’oro, 14,5% di palladio e dal 10,0% d’argento L’oro bianco francese da doratura è composto dal 20,0% d’oro e dall’80,0% d’argento, altrove in Europa, è al 50,0% oro, e al 50,0% argento.

Ogni gioielliere e battitore d’oro ha comunque le sue leghe, che si scostano leggermente dai valori standard.

Fonte: Wikipedia